Spese detraibili nel 730 e 740: le spese sanitarie

CAF di Giulia Grimoldi, 28 aprile 2017



Le spese sanitarie sono detraibili nella misura del 19% dell’importo totale della spesa sostenuta.

Nel modello 730/2017 e 740/2017 redditi 2016 è possibile detrarre le spese sanitarie pagate nell’anno 2016.

Le spese sanitarie si suddividono in:

  • Spese mediche generiche e acquisto di farmaci;
  • Prestazioni mediche specialistiche, spese di assistenza specifica e analisi, indagini radioscopiche, ricerche e applicazioni, terapie;
  • Prestazioni chirurgiche, ricoveri collegati a interventi chirurgici e ricoveri per degenze;
  • Acquisto o affitto di protesi e di dispositivi medici.

 

Spese mediche generiche e acquisto di farmaci

Le spese mediche generiche sono relative a:

  • Prestazioni rese da un medico “generico”;
  • Rilascio di certificati medici (per uso sportivo, per la patente, eccetera).

Per quanto riguarda i farmaci, sono detraibili le spese sostenute per l’acquisto di:

  • Medicinali (comprese le preparazioni galeniche);
  • Medicinali omeopatici.

Non sono detraibili le spese sostenute per l’acquisto di parafarmaci.

Per poter beneficiare della detrazione è necessario conservare la seguente documentazione:

  • Spese mediche generiche: fattura o ricevuta fiscale rilasciata dal medico;
  • Farmaci: fattura o scontrino fiscale parlante con indicati la natura dei prodotti acquistati (la dicitura “farmaco”, medicinale” o “ticket”) ed il codice fiscale del beneficiario della detrazione.

 

Prestazioni mediche specialistiche, spese di assistenza specifica e analisi, indagini radioscopiche, ricerche e applicazioni, terapie

Le spese per prestazioni mediche specialistiche sono quelle sostenute per le prestazioni di un medico specialista nella branca della sua specializzazione.

La detrazione viene riconosciuta solamente se la prestazione ha natura sanitaria e non meramente estetica, o comunque non sanitaria.

A titolo esemplificativo sono detraibili le spese sostenute per:

  • Visite di medici specialistici (inclusi gli psicologi e gli psicoterapeuti);
  • Prestazioni dentistiche e/o odontoiatriche;
  • Esami di laboratorio;
  • Elettrocardiogrammi, elettroencefalogrammi, eccetera;
  • Ecografie, T.A.C., risonanze magnetiche, eccetera;
  • Ginnastica correttiva e/o riabilitativa;
  • Dialisi;
  • Inseminazioni artificiale, amniocentesi, altre analisi di diagnosi prenatale;
  • Prestazioni rese per la disassuefazione dal fumo di tabacco;
  • Prestazioni di personale paramedico abilitato;
  • Prestazioni di dietologi e biologi nutrizionisti;
  • Prestazioni rese da fisioterapisti;
  • Prestazioni rese da massofisioterapisti se diplomati prima del 17 marzo 1999.

La detrazione spetta solamente in presenza di prescrizione medica per:

  • Trattamenti di mesoterapia e ozonoterapia;
  • Prestazioni chiropratiche;
  • Cure termali (ad eccezione delle spese per il viaggio ed il soggiorno).

Non sono detraibili le spese sostenute per:

  • Prestazioni rese dagli osteopati;
  • Prestazioni rese dai pedagogisti;
  • Prestazioni rese da massoterapisti che hanno conseguito il diploma dopo il 17 marzo 1999;
  • Trattamenti di haloterapia;
  • Corsi in palestra anche se accompagnati da una prescrizione medica;
  • Conservazione delle cellule staminali del cordone ombelicale ad uso “autologo”.

Per poter beneficiare della detrazione è necessario conservare la seguente documentazione:

  • Fattura o ricevuta fiscale rilasciata dallo specialista o relativa alla spesa sostenuta;
  • Prescrizione medica (nei casi in cui è richiesta).

 

Prestazioni chirurgiche, ricoveri collegati a interventi chirurgici e ricoveri per degenze

Le spese chirurgiche sono le spese direttamente imputabili ad interventi chirurgici, anche di piccola chirurgia, necessari per un recupero della normalità sanitaria e funzionale (sono escluse le spese sostenute per interventi meramente estetici). Alle spese chirurgiche si possono aggiungere quelle direttamente inerenti l’intervento (anestesia, acquisto del sangue necessario all’operazione, eccetera).

Sono detraibili anche le spese sostenute per il trapianto di organi se le fatture sono intestate direttamente al paziente e non alla struttura ospedaliera o al medico che esegue l’intervento.

Le spese per la degenza ed il ricovero, anche se non collegate ad un intervento chirurgico, beneficiano della detrazione d’imposta.

Nel caso di ricovero di anziano presso un istituto di assistenza la detrazione spetta per le sole spese mediche e non per quelle relative alla retta di ricovero.

Nel caso di trasporto in ambulanza sono detraibili le sole spese di assistenza medica effettuate durante il trasporto.

Non sono detraibili:

  • Le spese relative ai servizi extra collegati al ricovero (pernottamento congiunti, aria condizionata, eccetera);
  • Le spese sostenute per il trasporto in ambulanza.

Per poter beneficiare della detrazione è necessario conservare la seguente documentazione:

  • Prestazioni chirurgiche e degenze: ricevuta fiscale o fattura rilasciata dall’ospedale o dalla casa di cura;
  • Ricovero di anziano: ricevuta fiscale o fattura rilasciata dall’istituto di cura dove deve essere indicato separatamente l’importo relativo alle spese mediche.

 

Acquisto o affitto di protesi e di dispositivi medici

Sono detraibili le spese sostenute per l’acquisto, l’affitto e la manutenzione di dispostivi medici e protesi sanitarie.

Sono considerate protesi sanitarie:

  • Gli apparecchi di protesi dentaria;
  • Gli apparecchi di protesi oculistica e fonetica;
  • Gli occhiali da vista e le lenti a contatto;
  • Gli apparecchi acustici (comprese le batterie per alimentarli);
  • Gli arti artificiali e gli apparecchi di ortopedia, comprese le scarpe ortopediche;
  • Gli apparecchi per fratture (garze e gesso), busti, stecche, stampelle, carrozzelle, eccetera;
  • Protesi cardiache, pacemaker, eccetera.

Il Ministero della Salute ha pubblicato un elenco, non esaustivo, per individuare cosa si intende per dispositivo medico.

Alcuni esempi di dispositivo medico sono:

  • Termometri;
  • Siringhe, cerotti, bende, garze;
  • Apparecchi per aerosol;
  • Soluzione per lenti a contatto;
  • Materassi ortopedici e antidecubito;
  • Contenitori di campioni;
  • Test di autodiagnosi;

Per poter detrarre la spesa sostenuta è necessario che i dispositivi medici abbiano la marcatura CE.

Sono detraibili anche le spese sostenute per l’acquisto di una parrucca, se accompagnata da prescrizione medica e necessaria per sopperire ad un danno estetico causato da una patologia.  La parrucca deve avere obbligatoriamente la marcatura CE.

Per poter beneficiare della detrazione è necessario conservare la seguente documentazione:

  • Acquisto, affitto e manutenzione di dispositivi medici e/o protesi sanitarie: scontrino fiscale o fattura con indicato il codice fiscale del soggetto che sostiene la spesa e indicazione della marcatura CE;
  • Acquisto parrucca: ricevuta fiscale o fattura, documentazione attestante la marcatura CE, certificazione medica.

Per tutte le categorie di spese sanitare sopra descritte non esiste nessun limite massimo di spesa detraibile.

 

Per maggiori informazioni puoi consultare la circolare dell’Agenzia delle Entrate a pagina 24.

 

 

 

 

La serietà, la competenza e la precisione con la quale lo Studio svolge la propria attività sono indiscusse. Il valore aggiunto l’ho trovato nel gruppo di lavoro che con la disponibilità e la cortesia che da sempre ho incontrato mi hanno permesso di sviluppare  non solo un rapporto di fiducia, indispensabile, ma anche di affidamento vero, quello che si riserva agli amici sinceri.

- Francesca Pozzuoli

Seguita in modo ineccepibile da professionisti preparati, disponibili e attenti. La dottoressa ed i suoi collaboratori mi hanno sempre indirizzata, consigliata e guidata nel migliore dei modi. Parcelle oneste.

- Irma Zhuka

Posso affermare finalmente di aver trovato professionisti seri, precisi e puntuali e, particolare non ovvio, cortesi e disponibili. Ottimo rapporto qualità/prezzo.

- Simonetta Mariani

Con loro dal 2005, che dire… sempre precisi ed efficienti, personale gentile e disponibile per fornire info e risposte in merito ad ogni problematica. Risposte sempre veloci e chiare e tramite e-mail invio di documentazione in tempi brevissimi. Ottimo servizio di consulenza con la Dott.sa Busnelli ed il suo Team.

- Grazia Capizzi e Giorgio Tonghini – Oberon Viaggi snc